Costruire una realtà diversa di Salute, in Nepal, ora è possibile
Costruire una realtà diversa di Salute, in Nepal, ora è possibile

Da oggi la pagina Dikesalute cambia nome in “DIKE House” ed il logo si è lievemente modificato. Ciò che sono si sta materializzando in ciò che faccio. L’introduzione alla mia storia qui sotto, il racconto dettagliato, passo dopo passo, nei prossimi giorni, sui nostri canali social.

Per intuizione, prima di scrivervi queste parole per me molto significative, ho controllato il “santo del giorno” si chiama come mia mamma, ovviamente, però, al maschile. Le sincronicità mi stupiscono sempre.

Dike House Pvt. Ltd. Nepal, li dove la “salute” ha trovato “casa”.

Mi rivolgo ai manzoniani 25 che seguivano il blog. Come avrete notato il sito non è stato attivo per mesi, ed è ritornato da qualche giorno con solo una pagina che riconduce al progetto “LIVE THE REAL ONE”.

Tutto ciò che era “Dikesalute” è andato perduto. Mi sono rammaricato, ho tentato di recuperare il salvabile. Nulla è stato possibile. C’era una lezione della Vita da imparare. Dovevo lasciare andare il vecchio per il nuovo e così sto tentando di fare.

Avevo bisogno di un modo per rimanere in Nepal, il paese dove “mi sento a casa”. Sincronicamente alla perdita del sito internet su cui avevo puntato tutto fin dall’inizio, in qualche settimana, tutti gli altri pilastri di convinzione che avevo sono crollati. Il risultato di questo rimescolamento sia emotivo che materiale mi ha riportato di nuovo sulla retta via.

Ho definitivamente smesso di ricercare aiuto in questo mio difficile percorso e ho responsabilmente assunto consapevolezza di tutte le conseguenze che la mia scelta di vita sta portando e porterà.

Quello che mi faceva star male, in Italia, era il non avere la possibilità di creare una “casa-salute” che si basasse su principi meno aggressivamente categorici e più olisticamente integrativi. Un’unione tra le tre parti fondamentali dell’essere umano, corpo mente e spirito che è stata scardinata dalla ultra specializzazione ed ultrasettorializzazione della medicina moderna. Prendendo in considerazione il particolare più piccolo, sentivo di star perdendo di vista il quadro completo della persona che cercavo di aiutare.

Qui in Nepal la mia “visione” è possibile costruirla, partendo da zero. Ho affittato, da una signora di nome Maya, circa 5000 m2 di terra all’interno dello Shivapuri National Park e l’affitto durerà 15 anni. Un tempo ragionevolmente esteso per poter sviluppare tutti i progetti che affollano la mia mente. Uno per uno, un passo alla volta.

Ho iniziato dal primo passo, la costruzione della mia casa. Prendendo pala e zappa mi sono preparato da solo il pezzo di terra dove sorgerà la mia dimora. Sarà un’abitazione semplice, consone allo stile di vita che ho scelto. La modestia della mia dimora, però, non dovrà essere obbligatoriamente condivisa dai miei ospiti, l’ospite è Dio, si dice da queste parti. Attorno alla mia casa (che avrà una forma geometrica particolare) sorgerà quindi DIKE HOUSE Pvt. Ltd. Una guesthouse dove potrò ricevere i miei ospiti. Che siano essi sani o malati per me rappresenteranno comunque “persone”, ognuna di loro con una storia degna di essere ascoltata.

Offrire la mia ospitalità significherà offrire tutta la mia conoscenza a coloro che si recheranno li tra le montagne dello Shivapuri National Park per condividere un pezzo del loro percorso con la realtà che sto costruendo.

Dopo la costruzione della mia dimora sarà quindi necessario ricevere gli ospiti e ciò inizierà a succedere da ottobre 2018, dal 19 al 31 quando Dike House Pvt. Ltd. darà vita al suo primo corso di formazione sulla pianta di Cannabis Sativa L. li, dove la pianta cresce spontanea da migliaia di anni.

Per me stesso Dike rappresenta l’essere animale che mi ha cambiato la vita manifestandosi in forma di cane. Per gli antichi greci, invece, Dike era la Dea della Giustizia. In questo mio progetto di vita, infine, DIKE diventerà un acronimo, quello di Dhanvantari, International, Kannabis, Educational.

Quello che sto facendo nasce da una “intuizione”, finora sono stato ancora vittima di ancestrali paure, ad oggi, in definitiva, ho consapevolmente scelto di cambiare il mio “motto”, non sarà più il Ghandiano “sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo” ma quello Einsteiniano “chi dice che è impossibile non dovrebbe disturbare chi lo sta facendo”.

 

Dr. Simone Fagherazzi
Medical Doctor, VE6768
Founder & CEO – DIKE House Pvt. Ltd.
Okhreni Village – Shivapuri National Park – Nepal
President TARA APS – Italy

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Rimani aggiornato,

lasciaci la tua mail

X